DLgs 231/01: La Responsabilità in Sede penale di Società e Persone Giuridiche


Cos’è il DLgs 231/01

Il DLgs 231:2001 ha rivoluzionato la normativa Italiana, estendendo  la responsabilità amministrativa in sede penale anche alle Aziende, per alcuni reati commessi nell’ interesse o a vantaggio delle stesse, da persone in posizione apicale o subordinata. In caso di reato sarà quindi responsabile in sede penale sia la persona fisica sia la persona giuridica.

Il decreto prevede una sistema sanzionatorio molto pesante di carattere sia pecuniario sia interdittivo per le Imprese, con sanzioni:

  • oltre 1.000.000 di euro,
  • interdizione sino ad un anno dell’attività e/o
  • il divieto a lavorare con la Pubblica Amministrazione.

Le fattispecie di reato considerate sono oltre un centinaio e comprendono, oltre ai reati colposi in materia di Igiene e Sicurezza sul Lavoro, anche, fra gli altri:

  • reati contro la Pubblica Amministrazione,
  • reati informatici e trattamento illecito dei dati,
  • reati societari,
  • Reati contro l’industria ed il Commercio,
  • Reati Ambientali (da agosto 2011)

In caso il reato sia commesso da persona in posizione apicale, un eventuale processo parte dalla “presunzione di colpevolezza”, l’onere della prova di innocenza è a carico dell’Azienda!

L’Azienda non risponde penalmente se dimostra che

  • ha adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto, modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi;
  • il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza dei modelli di curare il loro aggiornamento e’ stato affidato a un organismo dell’ente dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo (Organismo di Vigilanza),
  • ha introdotto un sistema disciplinare idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel modello

A chi è rivolto il DLgs 231/01

Chi sono i soggetti interessati? Il Dlgs 231/01 si applica a tutti gli  Enti forniti di personalità giuridica, alle Società ed alle Associazioni anche prive di personalità giuridica. La normativa vale anche per sedi Italiane di Società Estere. Il bacino dei destinatari potenziali è quindi davvero molto ampio

In sostanza:

  • Società di capitali e di persone
  • Associazioni anche prive di personalità giuridica
  • ATI e ATS
  • Enti pubblici economici (enti a soggettività pubblica ma privi di poteri pubblici)
  • Agenzie pubbliche (ASL)
  • Aziende pubbliche per la gestione di servizi pubblici (aziende speciali)
  • Enti pubblici autarchici (INPS, INAIL, ISTAT, etc)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...