Unione Europea: la Privacy che verrà


Il 25 gennaio, la signora Viviane Reding, vicepresidente della Commissione europea, ha presentato la Privacy che verrà all’interno dell’Unione Europea entro la fine del 2014.

Gli aspetti chiave del Progetto di Regolamento sono:

Più diritti per gli Interessati

  • Ogni volta che è previsto il consenso per il trattamento, questo dovrà essere fornito espressamente, piuttosto che presunto.
  • Gli Interessati avranno un “diritto alla portabilità dei dati“, che consentirà loro di trasferire i dati personali da un fornitore di servizi ad un altro più facilmente.
  • Agli Interessati sarà riconosciuto un “diritto all’oblio“, che permetterà loro di ottenere la cancellazione dei dati presenti online se non vi sono motivi legittimi per il loro mantenimento (salvo eccezioni).
  • Gli Interessati potranno rivolgersi al Garante Privacy del proprio Paese di residenza, anche quando i loro dati sono trattati da una società con sede al di fuori dell’UE.

Maggiori obblighi e responsabilità per i Titolari di trattamento

  • Ai Titolari  sarò richiesto di realizzare un vero e proprio Privacy Impact Assessment (una versione evoluta dell’attuale DPS);
  • I Titolari saranno tenuti a comunicare all’autorità di controllo nazionale le violazioni alla sicurezza dei dati, se possibile entro 24 ore, e se la violazione possa ripercuotersi negativamente sulla tutela dei dati personali o la vita privata degli Interessati;  il Titolare sarà, inoltre, tenuto a comunicare la violazione di dati personali agli interessati, senza ritardo.
  • I Titolari di trattamento avranno  a che fare con una singola autorità nazionale di protezione dei dati nel paese dell’UE in cui hanno la sede principale.

Sanzioni inasprite

  • Per violazione della normativa sul trattamento dei dati personali, i Titolari saranno esposti a sanzioni fino a € 1 milioni di euro o al 2% del fatturato globale annuo della Società.

Il nuovo Regolamento Privacy entrerà in vigore due anni dopo la sua adozione, verosimilmente entro la fine del 2014.

Annunci

Un pensiero su “Unione Europea: la Privacy che verrà

  1. Pingback: Cancellato il DPS, cosa rimane? « SMBlog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...