“Si” al Sistema RFID per rilevare le presenze dei Lavoratori


Il sistema RFID di rilevamento presenze dei lavoratori dipendenti rispetta la privacy

Fatti

Il dipendente di un’azienda, dopo l’introduzione di un nuovo sistema di rilevamento delle presenze a radiofrequenza (RFID) da parte dell’azienda stessa,  si oppone all’ulteriore raccolta di dati personali che lo riguardano mediante tale sistema, ritenendolo in violazione delle disposizioni in materia di divieto di controllo a distanza dei lavoratori e di quelle in materia di protezione dei dati personali e chiede la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge.

L’azienda aveva provveduto ad informare i dipendenti dell’introduzione del nuovo sistema di rilevamento delle presenze dei lavoratori mediante sistema di prossimità a radiofrequenza (RFID), mediante affissione in bacheca della descrizione di tale nuova modalità.

Il Sistema RFID installato

La timbratura con terminale a prossimità:

  • rileva le sole informazioni pertinenti e non eccedenti (il codice del cartellino e l’orario di ingresso e di uscita) 
  • per la verifica dell’esatto adempimento della prestazione, la commisurazione dell’importo della retribuzione, anche per lavoro straordinario, o dei premi da corrispondere, la quantificazione di ferie e permessi.

La lettura del dispositivo necessita una distanza minima tra il badge e il lettore, oltre la quale non è possibile rilevare il movimento di entrata o uscita del dipendente e lo stesso conferma la transazione mediante un suono e la visualizzazione a display di una risposta scritta.

La decisione del Garante

Con Provvedimento 1° marzo 2012, il Garante privacy rileva che il trattamento dei dati personali effettuato dall’azienda per mezzo del sistema di rilevamento delle presenze a radiofrequenza (RFID) inserito nel badge del dipendente non risulta effettuato in violazione di legge in quanto l’azienda:

  • ha provveduto ad informare i lavoratori circa le modalità di funzionamento di tale sistema
  • non risulta raccogliere dati personali eccedenti rispetto alle finalità di gestione del rapporto di lavoro, essendo raccolti esclusivamente i dati relativi all’entrata o all’uscita del lavoratore, non più attraverso la “timbratura manuale” prevista dal precedente sistema, ma attraverso l’accostamento dell’attuale badge al lettore, il quale segnala, in modo evidente, la registrazione dei dati medesimi ed evita pertanto la raccolta di dati all’insaputa del lavoratore.


Annunci

3 pensieri su ““Si” al Sistema RFID per rilevare le presenze dei Lavoratori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...