L’attività ispettiva del Garante privacy: telemarketing e profilazione a rischio


GaranteVarato anche il piano ispettivo per il primo semestre 2013

395 ispezioni, circa 3 milioni e 800 mila euro le somme riscosse a seguito di sanzioni. Un bilancio significativo quello riguardante l’attività ispettiva svolta dal Garante privacy nel 2012.

Gli accertamenti, effettuati anche mediante il contributo delle Unità Speciali della Guardia di finanza – Nucleo speciale privacy, hanno riguardato:

  • il telemarketing,
  • l’uso dei sistemi di localizzazione (gps)  nell’ambito del rapporto di lavoro,
  • i nuovi strumenti di pagamento gestiti dalle compagnie telefoniche (mobile payment), 
  • il credito al consumo e le “centrali rischi”,
  • le banche dati del fisco,
  • l’attività di profilazione dei clienti da parte delle aziende.

 

cloud-privacy_tLe sanzioni

Per quanto riguarda le sanzioni amministrative, sono stati avviati 578 procedimenti (con un incremento del 61% rispetto al 2011) che hanno riguardato, in larga parte:

  • la omessa informativa,
  • il trattamento illecito dei dati,
  • il mancato rispetto delle norme in materia di telemarketing,
  • la conservazione eccessiva dei dati di traffico telefonico e telematico,
  • la mancata adozione di misure di sicurezza,
  • l’omessa o mancata notificazione al Garante,
  • l’inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.

L’incremento è dovuto, in particolare, all’attività di contrasto delle violazioni nel settore del telemarketing.

56 sono state le segnalazioni all’autorità giudiziaria (con un incremento del 51% rispetto al 2011), in particolare per violazioni connesse:

  • al controllo a distanza dei lavoratori,
  • all’accesso abusivo a banche dati,
  • alle misure di sicurezza,
  • alla falsità nelle dichiarazioni al Garante.

Per quanto riguarda le misure di sicurezza sono state impartite 18 prescrizioni nei confronti di diversi soggetti, pubblici e privati.

Le somme riscosse dall’erario a seguito di sanzioni sono state 3.769.217 di euro, con un aumento rispetto all’anno precedente del 22%.

 

2815884-16x9-340x191Il piano ispettivo del primo semestre 2013

Il piano ispettivo varato per il primo semestre 2013 punta su settori di particolare rilevanza:

  • le banche dati pubbliche in particolare di enti previdenziali e dell’amministrazione finanziaria,
  • l’attività di telemarketing da parte dei call center operanti all’estero,
  • il trattamento dei dati per il fascicolo sanitario elettronico,
  • i nuovi strumenti di pagamento gestiti dalle compagnie telefoniche (mobile payment),
  • le “centrali rischi”.

 

privacy_alertGli accertamenti delle GdF e i principali Adempimenti privacy

200 gli accertamenti ispettivi programmati che verranno effettuati anche in collaborazione con il Nucleo speciale privacy della Guardia di finanza.

A questi accertamenti si affiancheranno quelli che si renderanno necessari in ordine a segnalazioni e reclami presentati e le altre verifiche per accertare il rispetto dei principali adempimenti previsti dalla normativa quali:

  • le informative da fornire ai cittadini sull’uso dei loro dati personali,
  • la corretta acquisizione del consenso da richiedere nei casi previsti dalla legge,
  • l’adozione delle misure di sicurezza,
  • il rispetto dell’obbligo di notificazione al Garante.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...